“APRIRÒ ANCHE NEL DESERTO UNA STRADA” IL LIBRO AUTOBIOGRAFICO DI STEFANO LESTI 

Dalla redazione. Ieri, domenica 24 Maggio, è stata la Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali e il santo padre Francesco, tornato finalmente ad affacciarsi dal balcone di Piazza San Pietro, ha fatto appello affinchè nel mondo possano trionfare storie positive e costruttive di dialogo, nonchè volte alla promozione di valori umanistici, valori che sono assai diversi, direi del tutto speculari rispetto ai disvalori attuali.

In virtù di questa aspirazione che anche noi di Infernetto Magazine condividiamo, consigliamo oggi la lettura di una storia straordinaria ed esaltante narrata in un libro pubblicato di recente, il secondo di Stefano Lesti, che sembra un romanzo ma è reale: la storia di una vita costellata di innumerevoli battaglie a volte vinte altre perse vissuta appieno e documentata. 

Una testimonianza ad onore e gloria di Dio in cui il nostro editorialista si racconta a cuore aperto senza pudori e timori. 

Una lettura rivolta principalmente ai giovani che oggi mancano di punti di riferimento e soprattutto di orizzonti felici, ma anche alla generazione dei nostri nonni e dei nostri padri.

Questa la sinossi dell’opera: 

“Una vita, come una ricerca… un sentiero a tratti impervio e oscuro segnato da una luce spirituale ed etica… che giunge lentamente nel tempo. Combattimenti di draghi interiori, lotta di un cavaliere, sir Galahad, Il Cavaliere Puro sempre attento ai segni che l’al di là gli mostra per afferrare il suo Sacro Graal. 

Stefano Lesti, nel pellegrinaggio della sua esistenza, disegna con meticolosità i passaggi a un nuovo sé. Un esteta dell’anima, estetica che si estende in ogni parte del suo percorso, anche amoroso. 

Le sue “donne” angelicate o demonizzate, comunque un utero metaforico nel quale rinascere, rinnovarsi in un upgrade in continuo divenire. Molti i suoi viaggi… molte le sue avventure: combattente militante in politica senza macchia… fino al suo approdo alla casa del Signore e alla sua Terra Promessa, Rosanna”

Queste invece le conclusioni in coda al libro:

“Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo. Per questo ho tribolato, ho tanto gioito ma ancor di più ho pianto; per questo sono stato osteggiato e combattuto. Per questo sono stato dapprima elevato e poi atterrato fino ad essere schiacciato e a rimanere inerme, atterrito e calpestato.

Per questo sono stato risollevato nel mezzo del cammino della mia vita dalla valle della disperazione più cupa e desertica in cui ero finito, mi avevano gettato le miserie e le debolezze umane dall’unico essere capace finanche di resuscitare i morti: per dare testimonianza alla verità che ho appreso vivendo e morendo al mondo salvo poi tornare nel mondo non come “agnello in mezzo ai lupi”, ma come il lupo redento da santo Francesco per poter raccontare a tutti da dove vengo, dove mi trovo ora e dove andrò domani.

Una verità eterna come l’amore di Dio manifestato per me e offerto indistintamente al mondo intero per il conseguimento del massimo bene di ciascuno e di tutti quanti noi.

Un bene supremo che si spiega e si manifesta esprimendosi razionalmente in tutto ciò che ho visto, fatto, vissuto e subito prima che la giustizia stessa compisse per me ciò che ai nostri antichi padri fu annunciato.

Quel che fu promesso e si compie fin dall’alba dei tempi per coloro che alla giustizia e alla verità dedicano la propria vita sapendo sia rischiare di perderla che soprattutto rinunciare alla materia per vederla trionfare nell’esaltazione dello spirito. Un bene al quale dovevo rendere testimonianza ad onor di verità!

Un bene al quale devo tutto così come devo tutto al male, senza il quale non sarei mai stato capace di riconoscere la luce dalle tenebre. Un male che se non avessi attraversato non avrei potuto conoscere né tantomeno riconoscere.

Un male che oggi e sempre combatterò con armi di bene, su tutte la mia penna, che non è altro che la mia vecchia spada di guerra. Una penna, una spada che non ho affatto rinfoderato ma che elevo verso l’alto dei cieli”.

Il libro si intitola “APRIRÒ ANCHE NEL DESERTO UNA STRADA” e si può ordinare in tutte le librerie nazionali oltre che prenotare online presso i seguenti indirizzi:

https://www.mondadoristore.it/li…/Stefano-Lesti/aut04085636/

https://www.lafeltrinelli.it/libri/stefano-lesti/3859431…

https://www.gruppoalbatros.com/…/apriro-anche-nel-deserto-…/