Conte: “Dobbiamo affrontare un periodo di grandi sofferenze, valutiamo di anticipare le aperture dei negozi”

“Dal Governo non c’è alcuna volontà di protrarre questo lockdown residuo”. Così Giuseppe Conte sulla vendita al dettaglio e gli esercizi commerciali, nell’incontro con Rete Imprese Italia. “Se c’è la possibilità di anticipare qualche data, possiamo anche valutare delle aperture ulteriori”, ha aggiunto.

Ha poi spiegato, “siamo nelle condizioni di un piano che ci consenta di tenere sotto controllo la curva del contagio anche a livello territorialmente molto circoscritto”. “Dobbiamo affrontare un periodo di grandi sofferenze”, ha detto il presidente del Consiglio agli imprenditori, insistendo sulla necessità di “lavorare tutti insieme e affrettarsi per portare questa settimana in Cdm il decreto legge” sulle misure economiche.

Intervistato poi dall’Agi, Conte ribadisce che il governo è impegnato affinché la produzione di mascherine sia aumentata “esponenzialmente”. “Sulle mascherine – spiega – il commissario Arcuri sta lavorando senza tregua: la produzione viene aumentata esponenzialmente in queste settimane e sono stati sottoscritti accordi con supermercati, grande distribuzione, farmacie e parafarmacie per rendere disponibili le mascherine al prezzo fissato”. “Faremo in modo – garantisce – di distribuire un certo numero di mascherine gratuitamente alle famiglie più bisognose”. Come ‘riacquistare’ la fiducia degli italiani che hanno paura e temono per il loro futuro? Conte torna sul tema della ripartenza e sottolinea: “Gli italiani hanno risposto ‘presente’ alla chiamata per difendere la salute nelle nostre città in questa fase 2. Si aspettano che anche lo Stato risponda ‘presente’ di fronte alle loro necessità e di questo mi faccio garante: il governo c’é”.