Coronavirus, classifica cibo a domicilio: In quarantena vince la pizza con una new entry ‘il gelato’

Dopo qualche settimana di disorientamento molti posti hanno deciso di aprire alle consegne, per non perdere clienti e per mantenersi attivi, altri invece già lo facevano abitualmente. Il delivery al tempo del Covid-19 continua ad essere una frequentatissima modalità. L’Osservatorio annuale sul mercato del cibo a domicilio di una delle principali realtà del settore, Juat Eat, ha redatto un focus che è un bilancio di oltre un mese e mezzo dal lockdown del Paese.

Al centro ci sono i consumi del food delivery tra Marzo e Aprile 2020, e i cambiamenti o le conferme nelle abitudini. Quasi il 60% del campione rivela inoltre di ordinare cibo a domicilio in questi giorni, mentre chi non lo fa dichiara come motivazione principale di dedicarsi soprattutto alla cucina, passando molto tempo in casa. “Crediamo – dice Daniele Contini, Country Manager di Just Eat in Italia – che il consenso e il prosieguo delle consegne a domicilio per la ristorazione, sia un passo importante per il food delivery come servizio, in alcuni casi essenziale, in questo momento di crisi, e per questo stiamo facendo tutto il possibile per supportare i ristoratori che hanno deciso di cogliere questa opportunità, operando nel rispetto delle misure precauzionali.”

I cibi più ordinati: La pizza si conferma sempre al primo posto come il piatto più ordinato, seguita dall’hamburger, dal sushi, dal pollo e dalla cucina italiana, soprattutto in alternativa al cucinare a casa in questi giorni di isolamento. Una new entry assoluta è invece il gelato che si inserisce in classifica al quinto posto tra le cucine più ordinate nelle ultime tre settimane, a differenza dei trend dei periodi “più standard” quando sfiora ma non rientra in top 10.