Effetto Coronavirus: boom degli eCommerce

Le abitudini degli italiani sono cambiate. Le misure imposte per arginare la diffusione del Coronavirus hanno aperto la gente al commercio elettronico.

La conseguenza della chiusura di molti negozi e della preoccupazione per il contagio è stata la crescita dell’eCommerce. Il trend delle vendite di prodotti di largo consumo online è cresciuto, passando da un 81,0% a un +162,1% nel periodo da febbraio a aprile 2020.

La categoria che ha fatto segnare numeri da record, in particolare nei primi giorni di marzo, è quella della spesa online. Secondo il Consorzio Netcomm, invece l’emergenza sanitaria, ha causato un calo delle vendite degli eCommerce dell’abbigliamento, dell’arredamento e delle calzature. Nonostante le grandi catene di abbigliamento abbiano incentivato gli acquisti online con sconti e promozioni dedicate, il mercato sembra aver subito un calo pari all’84,62%.

Con la riapertura dei punti vendita, molte persone preferiranno ancora acquistare online, per evitare di stare in fila e mettere a repentaglio la propria salute. La ripresa in Italia non sarà immediata e senza difficoltà e i proprietari di siti di eCommerce dovranno impegnarsi per offrire la disponibilità dei prodotti e l’efficienza nelle consegne.