Etna, Improvvisa attività eruttiva: Nube raggiunge i 4500 metri

Un’improvvisa accelerazione dell’attività eruttiva sull’Etna ha fatto registrare un incremento dell’attività stromboliana al Nuovo Cratere di Sud-Est. Con fumo e cenere che raggiungono i 4.500 metri di altezza ed è dispersa in direzione sud-ovest. Il fenomeno, come riferio dall’Ingv-Oe di Catania, ha subìto una forte dimunuzione dopo circa tre ore con l’emissione di cenere confinata tutta nella zona sommitale del vulcano.

La sorgente del tremore è nell’area del Nuovo Cratere di Sud- Est ad una profondità media di 2.8 km sopra il livello del mare. Per quanto riguarda l’attività infrasonica non si registrano variazioni sostanziali, ma è da segnalare uno spostamento delle sorgenti nell’area del cratere di Nord-Est.