Minneapolis, l’agente di polizia aveva già ucciso fermati

Derek Chauvin, l’agente arrestato per omicidio preterintenzionale dell’afroamericano George Floyd a Minneapolis, in precedenza aveva ucciso un sospetto, partecipato ad una sparatoria risultata fatale per un’altra persona e ricevuto almeno 17 lamentele durante i suoi quasi 20 anni di servizio al dipartimento di polizia locale.
Prima aveva prestato servizio per otto anni come membro della polizia militare nella riserva dell’esercito, che aveva lasciato senza alcun riconoscimento.